Aumento delle vendite di legna da ardere

Aumento di vendite di legna da ardere

Negli ultimi tempi, con la crisi energetica nell’aria, molta gente sta correndo ai ripari già da diverso tempo.
Tra i prodotti acquistati in questo periodo non c’è dubbio che uno sia la legna da ardere.
Si è infatti registrato un notevole aumento delle vendite di legna da ardere, non solo in Italia ma anche in altri paesi, per cercare una fonte di riscaldamento alternativa.

Prezzo della legna da ardere in bancali

Ovviamente il costo della legna è aumentato notevolmente, proprio per la grande domanda e per il fatto che spesso la richiesta supera la produzione stessa.
la legna si vende in bancali, e il prezzo della legna da ardere in bancali l’anno scorso era attorno ai 150 euro, quest’anno arriva fino a 300, quindi è praticamente raddoppiato.

Questi costi dipendono anche dal fatto che si sono ridotte le esportazioni di legname dalla Russia e dall’Ucraina, zone come tutti sappiamo che oggi sono in guerra.
Ma i costi lievitano anche per l’aumento dei costi di produzione, legati all’aumento del gas e dell’elettricità.

Il prezzo al quintale è arrivato ad essere tra i 15 e 20 euro per la legna da ardere. Si possono notare leggere differenze se si tratta di legna da camino o da stufa.

Quando si tratta di utilizzare la legna per il riscaldamento, gli esperti consigliano peraltro di utilizzare la stufa piuttosto che il camino, dato che in quest’ultimo il calore si disperde molto, mentre la stufa a legna ottimizza la fuoriuscita di calore indirizzandolo nei punti giusti.

Occasioni di legna da ardere

Per risparmiare un poco sui costi si possono anche cercare delle occasioni di legna da ardere in vendita.
In estate si trovano maggiori occasioni di acquisto della legna tuttavia, quando è caldo e nessuno chiede legna da ardere.

Nei mesi estivi infatti si possono trovare bancali di legna che hanno prezzi davvero convenienti, rispetto al costo che assumono nei mesi invernali.

Lascia un commento