Pareti in cartongesso

Modifiche della abitazione con il montaggio di pareti in cartongesso

Oggi tantissime persone vanno ad acquistare una nuova casa, nella quale fare crescere la propria famiglia, oppure costruirsi un futuro.

Se però questo lo fanno tante persone non tutte hanno la possibilità di acquistare un’abitazione nuova e quindi devono ripiegare su una già costruita o ristrutturare una casa di famiglia.
Il vantaggio della ristrutturazione è però che la casa si può così personalizzare secondo le proprie esigenze, ad esempio creare una stanza in più dove non c’era.

Questo è possibile grazie alle pareti di cartongesso, un prodotto davvero semplice ed efficace per  creare  nuove pareti e formare strutture che sembrano murali per ridistribuire gli spazi dentro casa.
Ad esempio con il cartongesso è possibile realizzare delle pareti divisorie, quando ci sia una stanza davvero grande come nelle case di tanti anni fa che oggi si può suddividere creando due stanze diverse e ridistribuendo così lo spazio in maniera ottimale.
Con un intervento di posa della parete in cartongesso si realizzano facilmente quindi delle  pareti divisorie per creare nuovi spazi sia suddividendo la stanza sia realizzando degli spazi in una stanza come una  cabina armadio oppure un bagno in camera ovviamente coi dovuti interventi idraulico e elettrico.

Il vantaggio delle pareti in cartongesso è anche dato dal fatto che i fili elettrici dell’impianto per la luce o per mettere delle prese nella parete si possono inserire nella intercapedine al suo interno facilitando molto quindi anche l’aggiunta di prese e lampade nella nuova stanza che si è creata.

Molte abitazioni di vecchia costruzione infatti hanno i soffitti molto alti, come non li fanno più.
Se si fa posizionare un controsoffitto in cartongesso si possono avere benefici estetici e anche di meno dispersione di calore.
Ad esempio si può utilizzare un controsoffitto per inserirvi dei faretti luminosi in modo da creare un nuovo punto luce in casa.
Oppure fare un controsoffitto in modo che gli spazi siano più piccoli e il calore stia più raccolto, risparmiando anche sulla boletta.

Inoltre per il raffrescamento si può utilizzare l’intercapedine nel cartongesso per inserire la tubazione dell’impinato di condizionamento che così risulta non visibile dall’esterno ed è anche più estetico.

Per conoscere se tali interventi rientrano ancora nella dichiarazione di inizio attività di opere murarie si devono leggere i regolamenti della Scia 2 che è il nuovo testo sull’edilizia e i permessi di costruire.

Leave a Reply