Le vespe in giardino

Tipi di vespe

Le vespe sono insetti appartenenti all’ordine degli Imenotteri. Il corpo di una vespa di solito è di colore bruno a righe gialle o altri vari colori, la sua lunghezza può variare da 1 a 5 cm.

A seconda dell’aspetto dell’addome, si suddividono in Sinfiti e Apocriti. Il primo sottordine vede specie con addome non peduncolato, unito cioè direttamente al torace.

Quelli apocriti, invece, sono tipi di vespe con addome congiunto al torace da un peduncolo sottile.

Vivono in comunità come le api ma meno complesse.  Organizzano il nido con un numero variabile di cellette. Esse si nutrono prevalentemente di nettare, ma possono cibarsi a volte anche di piccoli insetti.

Vespe asiatiche

Le vespe asiatiche appartengono alla specie Vespa velutina (calabrone asiatico) è presente da noi già da qualche anno. Si tratta di un insetto abbastanza aggressivo, un po’ più piccolo del calabrone comune, che proviene dall’Asia, ed è un serio pericolo per le api.

Questo insetto potrebbe a prima vista confondersi con le vespe più diffuse, in realtà ha un aspetto particolare e se si identificano è bene segnalarne la presenza alle autorità competenti.

Nido di vespe

Nella natura le vespe solitamente fanno il nido nei tronchi, sui rami, in cavità nel terreno o sulle rocce; se trovano però centri abitati degli umani, possono scegliere di fare il nido anche in un camino, una veranda, nelle travi di un tetto, nei cassoni delle tapparelle, o anche in un’automobile abbandonata.

Può capitare infatti di trovare un nido di vespe all’esterno della propria abitazione. Dato che le vespe sono dotate di pungiglione velenoso che utilizzano in caso di difesa, e può anche provocare reazioni allergiche in persone sensibili, meglio affidarsi a degli esperti di disinfestazione per togliere un nido, sopratutto se è molto grande.

In ogni caso meglio agire di notte quando le vespe dormono, e se si uccide la regina non c’è pericolo che si formi un nuovo nido nello stesso anno.

 

Lascia un commento