La coltivazione indoor

La tradizione e le innovazioni legate alla coltivazione indoor

Oggigiorno la questione ambientale è sempre più un tema di attualità e le sfide che ci riserva il futuro sono di certo incentrate sull’equilibrio tra uomo e ambiente. A questo proposito, sorgono soluzioni e idee per risolvere varie problematiche che si presentano quando l’ambiente naturale diventa ostile. Tra queste possiamo trovare la coltivazione indoor.

La coltivazione indoor è un tipo di coltivazione di piante che si svolge in un luogo chiuso, coperto, dall’inglese “indoor”. Prevede di seguire la pianta nelle sue fasi di germinazione, crescita e fioritura finale.

Per imparare a coltivare indoor, potete trovare una pratica guida anche online presso i siti specializzati, dove trovare tutto sulla coltivazione indoor.

Coltivazione indoor idroponica

La coltivazione indoor si suddivide in tre grandi rami, ovvero la coltivazione idroponica, la coltivazione in terra e la coltivazione aeroponica. Ognuna di esse ha delle specifiche regole e passaggi per ottenere con successo della ottima verdura e frutta commestibile.

Con questo tipo di coltivazione è possibile dar vita a nuove coltivazioni anche in luoghi normalmente lontani dall’attività agricola, come le grandi città, dove oggi anche negozi, ristoranti, bistrot, biblioteche, edifici pubblici e tanti altri luoghi al chiuso hanno l’opportunità di realizzare delle colture indoor in piccoli spazi. Questo permette di conoscere la provenienza dei prodotti che si coltivano e il tipo di prodotti fertilizzanti e antiparassitari utilizzati.

Potrebbe essere la nuova sfida del futuro, che vede un approvvigionamento diverso da quello tradizionale di verdura e frutta, che ognuno potrà fare crescere da se, in maniera autosufficiente, limitando sprechi e consumi.

Si può prendere ad esempio la situazione del Giappone, dopo il pauroso terremoto di Fukushima avvenuto qualche anno fa, che provocò la rottura di un reattore nucleare e conseguente contaminazione di acqua e aria e del suolo nelle zone limitrofe.

In molti di questi luoghi oggi si avvalgono della coltura idroponica, ovvero la coltivazione indoor idroponica, per ovviare al fabbisogno di frutta e verdura della popolazione, e con grande successo.

Kit per coltivazione indoor

Per effettuare con successo una perfetta coltivazione indoor, in commercio ci sono in vendita specifici kit per la coltivazione indoor per una coltivazione fai da te.

Con questi kit si possono effettuare in modo corretto tutti i passaggi per iniziare una coltivazione di questo tipo, sia in terra come idroponica o aeroponica.
Qui, con le apposite guide, viene illustrato tutto sulla coltivazione indoor specifica che si è scelto di effettuare, con un manuale dettagliato che spiega le diverse fasi per ogni tipo di coltivazione, dal seme al frutto.

Led per la coltivazione indoor

Per coltivare le piante all’interno ci si deve dotare di appositi accessori e strumenti, quali le giuste luci a led per coltivazione indoor, che garantiscono una corretta illuminazione per la crescita delle stesse.

Sappiamo infatti che le piante necessitano idi luce per germogliare e crescere. Per ogni tipologia di coltivazione indoor, ci vuole un topo diverso di lampada.

Per la coltivazione idroponica si sono tantissime lampadine e luci suddivise in diverse tipologie.
Si possono anche utilizzar lampade da coltivazione indoor per il risparmio energetico, e ancora tantissimi tipi di neon da usare nella fase di germinazione delle piante.

Ci sono anche led con diverso colore, in uno spettro di luce fra l’azzurro e il rosso, adatte per la coltivazione indoor, in modo da poterle utilizzare al meglio e in modo mirato.

Coltivazione indoor in grow box

Inoltre la coltivazione indoor presuppone l’utilizzo di specifici contenitori da posizionare all’interno di un ambiente chiuso.

Per questo servirà una una grow box per la coltivazione indoor, oppure una serra o una stanza dedicata dove fare avvenire tutte le varie fasi di sviluppo delle piante, dalla germinazione dal seme alla fioritura e infine anche ai frutti se del caso.

Questo accade ovviamente grazie all’uso di apposite tecniche, da applicare a seconda se si tratta di coltivazione in terra, in acqua o in aria e con utilizzo di specifici prodotti fertilizzanti e antiparassitari.

Per la coltivazione in terra ci vogliono i giusti terricci e substrati, per quella in acqua sistemi a goccia, verticali, filtri, pompe, regolatori del ph, impianti e sistemi di pulizia e molto altro, in modo da ricreare il migliore ambiente possibile affinché le piantine possano crescere correttamente.

Apprese le basi della coltivazione indoor, è possibile avviare una coltura casalinga e utilizzare questo metodo particolare di coltivazione per creare un orto in casa e avere così la soddisfazione di mangiare verdure prodotte autonomamente.

Leave a Reply