Vespe asiatiche

Vespa velutina

La Vespa velutina, detta anche Calabrone asiatico (Vespa velutina) è un insetto che assomiglia al Calabrone ma è leggermente più piccola (le vespe operaie sono grandi 15-24 mm), e la parte posteriore del corpo è più scura rispetto a quella del Calabrone, e presenta le estremità delle zampe di colore giallo.

Questa specie è originaria dell’Estremo Oriente ed è stata introdotta in Francia nel 2004 in maniera accidentale.

Oggi è in piena espansione in Europa, e causa danni a volte anche gravi alle api mellifere (Apis mellifera) e in generale alle api selvatiche.

Infatti la principale preda della vespa velutina sono le api. Ecco perchè se si vede una vespa velutina la si deve segnalare alle autorità competenti. Non è però minacciosa per l’uomo, la sua pericolosità è come quella del comune calabrone, quindi può essere pericolosa solo in caso di reazioni allergiche.

Nido vespe asiatiche

Il nido delle vespe asiatiche viene fatto di solito all’aria aperta, in alberi più alti di 10 m,  a volte però lo si può trovare in edifici o su siepi.
La sua forma è a pera, con piccolo ingresso laterale (salvo per i nidi giovani), è largo circa 60 cm e alto ca 80 cm. 

Se lo si trova si deve segnalare, ma deve essere eliminato da personale esperto.

Calabrone asiatico in Svizzera

Il Calabrone asiatico in Svizzera è stato segnalato per la prima volta il 25 aprile 2017 esattamente nel Canton Giura, vicino al territorio francese, dove nell’autunno precedente era stato segnalato.

Si trova anche nella Svizzera meridionale, da cui è arrivata attraverso le regioni italiane di Liguria, Veneto e Toscana.

Nel caso di avvistamento di una Vespa velutina in Canton Ticino, si deve segnalare tramite un modulo di contatto al servizio sanitario apistico del Cantone, allegando una fotografia nitida dell’insetto in modo che si possa accertare che sia quella specie.

Si deve anche indicare data e luogo preciso sulla mappa il punto dell’osservazione.

 

 

Lascia un commento