Stupende opere di giardinaggio nei parchi pubblici ticinesi

Giardini in Ticino

Adesso che si avvicina la primavera quale momento migliore per potere fare delle belle passeggiate all’insegna della natura e del verde.

Chi vive in Ticino è molto avvantaggiato da questo punto di vista, poichè vi sono innumerevoli parchi e giardini botanici da visitare, oltre a meravigliosi itinerari naturalistici nei boschi e passeggiate segnate in mezzo al verde.

Parlando di giardini in Ticino, vi sono in questo Cantone tantissimi giardini e parchi botanici di grande valore, circondanti da una natura stupenda e unica nel suo genere.

Possiamo citare ad esempio il Giardino botanico del Cantone Ticino, ad Ascona, che si trova nel parco di una villa nelle meravigliose Isole di Brissago, sul Lago Maggiore, patrimonio paesaggistico, naturale e storico dal valore  inestimabile e unico.

Il Giardino botanico offre più di 2’000 specie vegetali provenienti dalle zone mediterranee e subtropicali. Creato nel 1885 da Antoinette St. Leger, appartiene al Cantone dal 1950.

Ricordiamo poi il parco Scherrer, a Morcote, oppure Il parco botanico Eisenhut di Gambarogno, aperto al pubblico dal 1989. Ancora il parco San Grato di Carona oppure il parco delle Camelie a Locarno.

Rimanendo a Lugano di certo merita una visita anche il parco Ciani, nel centro della città e sulle rive del Lago Ceresio.

Turismo in Ticino

Chi desidera visitare il Ticino resterà stupito dalle meraviglie di questi luoghi, sia per quanto riguarda i parchi, che le passeggiate e le riserve naturali da visitare, sia per quanto riguarda l’ospitalità e l’accoglienza al visitatore.

Il turismo in Ticino è infatti una delle attività trainanti dell’economia.

Morcote

Tra le cittadine da visitare di certo non può mancare una visita a Morcote.

Questo paesino sulle rive del lago rappresenta uno dei più bei borghi ticinesi, e un tempo era anche un fiorente porto da cui partivano chiatte e barche per collegare il Ticino a Como, Milano, Varese.

Qui troviamo il Parco Scherrer, fondato da Arturo Scherrer (1881 – 1956), commerciante di tessuti e appassionato di arte e cultura.

Il parco si  estende per 15000 mq e viene definito “Il Giardino delle Meraviglie”. Vi si trovano oltre a innumerevoli specie vegetali, anche bellissime ricostruzioni di edifici in stile Barocco, Rococò e di Art Nouveau.

Lavori di giardinaggio e covid

Tutti questi parchi sopracitati si contraddistinguono per stupende opere di giardinaggio, piante rare e esotiche, microambienti ricreati perfettamente e che ben si sono adattati al clima mite del Ticino.

E’ vero che causa covid i lavori di giardinaggio oggi sono ridotti, tuttavia questo settore è ancora privilegiato rispetto ad altri, dato che i lavoratori sono all’aperto e quindi vi è un minore rischio di contagio.

Ovviamente anche in questo settore vi sono piani di protezione e regole da rispettare come la distanza, le mascherine e così via.

Inoltre nei parchi troveremo anche comodi sentieri piastrellati,  spesso anche aree pic nic e giochi per bambini, sentieri tematici e didattici, che rendono i parchi del Ticino uno dei fiori all’occhiello di questa regione.

Lascia un commento