L’aspirapolvere

Chi ha inventato l’aspirapolvere

Per le pulizie di casa è fondamentale avere un buon strumento, come un aspirapolvere.

Bisogna però scegliere il giusto modello di aspirapolvere, in modo che possiamo pulire in maniera ottimale ogni singolo angolo della nostra abitazione come pure del nostro ufficio.

A seconda dei metri quadri della nostra casa infatti dovremo acquistare un aspirapolvere più o meno potente, e scegliere tra quelli con filo o senza filo, con sacco o senza sacco.

Inoltre chi soffre di allergia alla polvere dovrà anche dotarsi di un elettrodomestico con filtro Hepa, in grado di assorbire anche le più piccole particelle come acari o pollini e muffe.

Oggi tutti noi abbiamo in casa un aspirapolvere, ma forse non sappiamo chi ha inventato l’aspirapolvere.

Sembra che questo strumento sia stato inventato negli Stati Uniti tra il 1865 e il 1876, da un inventore di Chicago.

Molti affermano che invece il primo brevetto fu rilasciato ad Anna e Melville Bissel nel 1876 e consisteva in  un apparecchio fissato a una carrozza trainata da cavalli, che era dotato di una pompa manuale ed un lungo tubo e serviva per pulire i tappeti.

Nei primi del 1900 apparvero i due primi aspirapolvere elettrici, creati da due inventori diversi, ma fino alla seconda guerra mondiale rimase un articolo di lusso.

Solo nel dopoguerra diventò l’oggetto di uso comune che tutti noi abbiamo in casa.

L’aspirapolvere più potente

Ovviamente tutti cerchiamo l’aspirapolvere più potente che possa pulire bene e presto.

Innanzitutto quando si parla di aspirapolvere si considera l’aspirapolvere a traino; a parte troviamo le scope elettriche e i robot aspirapolvere, inoltre questi sono meno potenti di un aspirapolvere.

La potenza di un aspirapolvere dipende innanzitutto dalla potenza motore che è misurata in Watt. Sulla confezione è sempre riportata.

Al di là della potenza è necessario conoscere anche il numero di giri al minuto, e essere certi che la camera aspirante sia ben sigillata, altrimenti si vanifica la capacità di aspirazione.

E’ importante a questo fine anche controllare l’attacco del tubo aspirante e di eventuali bocchette.

Ci serve un aspirapolvere potente in particolare se dobbiamo pulire vari tipi di pavimento, come moquette o tappeti, o se abbiamo animali in casa che perdono pelo.

Anche in caso di allergia servirà maggiore potenza di aspirazione per raccogliere tutto lo sporco anche quello invisibile.

 

Lascia un commento